martedì 18 settembre 2012

DUE GIORNI IN MAREMMA


La gita di maggio 2011 ci ha portati ad esplorare le colline della Maremma. Le mete principali della nostra mini gita sono state Pitigliano, Manciano, Sacansano e Sovana dove abbiamo alloggiato.
Come per tutte le nostre gite, l'idea è nata da una semplice azione: ci siamo collegati con Google maps e abbiamo guardato cosa offrono i nostri dintorni. Avevamo davvero voglia di scoprire un pò di Toscana!
Le fase che più amiamo della programmazione dei viaggi è sicuramente la scelta dell'hotel tramite booking.com o venere.it. Abbiamo cercato un punto strategico per visitare Pitigliano e Scansano, e la soluzione ottima è stata Sovana.
Sovana è un piccolo borgo medievale di pochissime case e un'atmosfera speciale: l'architettura coi caratteristici mattoncini rossi, la quiete, il panorama collinare, fanno di questo paese un vero paradiso. L'unico hotel che si trova nel centro (beh, effettivamente non esiste una periferia, dato che Sovana è praticamente una piazza e due vie!) è l' Hotel Scilla; gli interni sono  moderni ma minimali, proprio come piacciono a noi. Incluso nel prezzo della camera c'è la colazione che si consuma nella sala ristorante che si trova dalla parte opposta della via; peccato che essendo noi dei dormiglioni non abbiamo usufruito del servizio! Abbiamo comunque scelto il ristorante per la nostra cena e ne siamo rimasti veramente contenti, grazie alla cucina tipica e l'ottimo vino.
Al nostro arrivo a Sovana (appena 3 ore di viaggio da Barga) siamo stati assaliti dallo "scatto maniacale", ma l'N8 aveva deciso di dare forfait causa batteria scarica: non ci resta che prendere in prestito qualche scatto dal web.
Ma prima del nostro arrivo a Sovana ad incantarci è stato un altro borgo medioevale costruito sul tufo, Pitigliano (GR);
è fantastico l'arrivo al paese che dopo curve su curve fra le colline, appare all'improvviso davanti agli occhi. Purtroppo per l'orario in cui siamo arrivati non abbiamo avuto modo di conoscere a fondo il luogo, concedendoci una visita fugace e un gelato nella piazza principale.
Il giorno seguente, sulla via del ritorno abbiamo visitato Manciano e Scansano. Manciano è poco distante da Sovana ed è diviso fra il moderno ed il medievale. Qui abbiamo pranzato come piace a noi: alimentari, panini alla mortadella, due succhi e una panchina! La massima goduria al minimo prezzo!
Scansano invece ci ha abbastanza delusi: conosciuto nel mondo per il Morellino che si produce nei dintorni, nel paese non c'è l'ombra di un'enoteca, o una vineria, o un'osteria "da merende". Esiste un'unica enoteca fuori dal paese vecchio ma nemmeno lì il nome di Scansano sembra essere enfatizzato. Il paese in sé è carino e piccolissimo, ma non c'è una ragione apparente per poter dire che meriti sostare una giornata.
Anche per questa gita abbiamo preferito la strada normale per ammirare il paesaggio; infatti secondo noi i paesini della bassa Toscana sono tutti incantevoli, ma alla lunga tutti molto simili. Ciò che rende davvero inconsueta questa regione è il paesaggio collinare e le fattorie, e noi ce lo siamo goduto tutto.

Indirizzi utili

Ti potrebbero anche interessare...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...