martedì 18 settembre 2012

MALTA - il tour dei porti e La Valletta


Terzo e ultimo giorno in visita sull'isola di Malta.
Approfittando del biglietto del City Sightseeing di Gozo, ci siamo goduti una bella gita in barca alla volta dei porti di Malta.
La partenza era da Sliema, la cittadina europeizzata per eccellenza con tutti i suoi negozi come Zara, Mango, Topshop, e via dicendo, le sue discoteche e i suoi albergoni.
A proposito di discoteche, per chi ama la vita notturna e festaiola a St Julian, che è praticamente attaccata a Sliema, c'è il quartiere di Paceville che è un susseguirsi di bar, disco, night club, pub e ristoranti. 


Paceville trae le sue origini tra gli anni '20 e '30 quando un facoltoso avvocato maltese, Giuseppe Pace, fece costruire delle residenze sulla spiaggia nell'area di San Giuliano, conosciute come 'il-Qaliet'. Le case dell'avvocato Pace furono inizialmente affittate a dei soldati britannici stazionati nelle vicine caserme di Sant'Andrea e San Giorgio. Nel periodo tra le due guerre mondiali, alcune di queste furono affittate ad abitanti maltesi. Con l'arrivo dei locali nell'area di San Giuliano, Pace decise di finanziare la costruzione di una cappella gestita da un parroco agostiniano. Nel dopoguerra le aree intorno a Paceville furono acquisite da comunità di agricoltori e circondate da campi, e Paceville in sé aveva solo pochi ristoranti, per lo più serviva alla gente che era solita parcheggiare le automobili nei campi adiacenti. (Wikipedia).

I porti di Malta sono due, situati in due grandi golfi divisi dalla capitale La Valletta. Il golfo più grande si chiama Porto Grande e l'altro Porto Marsamuschetto.
Una volta arrivati a Sliema, ci siamo diretti alle partenze delle barche che partono con cadenza oraria effettuando sei viaggi al giorno.


Dopo la nostra gita, siamo partiti in direzione La Valletta. La capitale è davvero bella e meritevole di una visita attraverso le viuzze strette che scendono ripide verso il mare (e che poi immancabilmente risalgono, uff!); sono caratteristici i terrazzini di legno in stile inglese.
 
Il punto più alto della città è Lower Barracca Gardens, un giardino circondato da archi che si affaccia sul porto Grande: una veduta da togliere il fiato.
Dopo aver visitato la capitale, siamo di nuovo saliti sulla nostra macchinina diretti all'hotel. Dopo un riposino ristorativo abbiamo deciso di immergerci nello spirito maltese, scegliendo un ristorantino a Mellieha che niente aveva a che fare col nostro hotel. Siamo stati calorosamente accolti e una volta intuite le nostre origini, la tv è stata immediatamente sintonizzata su Sanremo!!! Ospitalità maltese ;) 
Indirizzi utili

Ti potrebbero anche interessare...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...