venerdì 26 ottobre 2012

FERRARA - Tre giorni in Emilia Romagna.


Ferrara fa parte del patrimonio mondiale UNESCO; è essenzialmente per questo motivo che abbiamo avuto voglia di visitarla.

Abbiamo affrontato il viaggio in macchina, evitando accuratamente l'autostrada per goderci i paesaggi lungo il tragitto che non è durato più di quattro ore.
Ci ha accolti in città un bellissimo sole, un hotel molto carino (il Touring Hotel) e adatto alla visita della città, dato che dista pochi metri dal Castello Estense.
C'è da dire che l' impatto con la città non ci ha lasciato stupefatti, ma dopo il primo momento abbiamo scoperto un luogo davvero incantevole. Ciò che ci è rimasto impresso maggiormente sono le viuzze sotto i portici, i giardini (soprattutto quelli adiacenti alla Certosa), per non parlare del Castello Estense circondato dal suo fossato.
Il primo giorno, al nostro arrivo dopo le operazioni di check-in in hotel ci siamo dedicati all'assaggio dei vini tipici e alle passeggiate senza meta. Abbiamo cenato nell'ottima Trattoria da Noemi, dove abbiamo gustato i piatti tipici del ferrarese: i tortellini, i salumi, e (ahinoi!) la salama da sugo. Per questa pietanza bisognerebbe aprire una parentesi: probabilmente ha tutta una sua tradizione, ma noi proprio non siamo riusciti a mangiarla!! Salatissima, sembrerebbe quasi un salame (appunto!) bollito, servita con purè. Se qualcuno di voi avesse notizie in merito, saremmo felici di saperne di più ;) !

 il Castello Estense

Piazza Trento e Trieste


 I salumi ferraresi di Noemi

Il giorno seguente abbiamo visitato la Certosa ed il suo grande parco, abbiamo cercato di visitare anche il cimitero ebraico ma purtroppo l'abbiamo trovato chiuso. Abbiamo fatto qualche scatto al famoso Palazzo Diamanti e ci siamo ritagliati un momento di relax su una panchina del Parco Massari.
Il cimitero ebraico
 La Certosa





 Il parco Massari
 Il Palazzo dei Diamanti


 ...e lui chi è?!

Dopo una capatina ristorativa in hotel, abbiamo fatto l'aperitivo all'Enoteca Massimo in Piazza Trento e Trieste (super affollata e davvero meritevole) e abbiamo scelto per la cena l'Osteria degli Angeli dove ci siamo fatti tentare una seconda volta dai tortellini e da due tortini con le verdure davvero deliziosi. L'osteria merita assolutamente sia per l'ambiente, sia per i piatti molto curati.

Il terzo ed ultimo giorno abbiamo visitato il Castello Estense e ci siamo goduti il bel panorama sui tetti della città.










Informazioni utili
Tempo necessario per la visita della città: 3/4 giorni
Periodo più indicato: primavera e autunno
Raggiungere la città: l'auto è sicuramente indicata per godere dei paesaggi
Mangiare: Ferrara è piena di locali, ma per gustare i piatti tipici meglio scegliere osterie e trattorie
Trasporti: i piedi, sicuramente!

Indirizzi utili

Ti potrebbero anche interessare...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...